top of page

AMBIENTE

Incontrando i cittadini la prima richiesta è stata la voglia di avere una Canosa più pulita, "una Canosa pulita come non avviene da anni". La prossima Amministrazione Comunale dovrà promuovere la cultura del rispetto dell’ambiente.

La qualità della vita di ognuno è legata a quella di tutti e questa è una grande sfida che la città rivolge ai suoi abitanti

sul piano della responsabilità civica e ambientale.

bottiglie di plastica
  • Decoro dell’ambiente urbano con particolare riferimento ai beni di interesse storico, artistico e ambientale, incentivando forme di collaborazione e partecipazione responsabile dei cittadini.

 

  • Creazione del piano di manutenzione del verde pubblico programmato, con sfalci e eradicazione delle infestanti.

 

  • Nuovo appalto (l’attuale è in scadenza nel 2023) per la gestione del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, spazzamento di strade e marciapiedi giornaliero: è necessaria una concreta attività di pulizia della città, oltre che la realizzazione di isole ecologiche mobili.

 

  • Realizzazione del piano permanente per la rimozione delle coperture contenenti amianto.

 

  • Realizzazione del portale unico per il monitoraggio ambientale: sul territorio urbano sono presenti numerose attività ad elevato impatto ambientale, si richiederanno tutti i dati di monitoraggio ambientale che per legge sono tenute a rispettare. In più si provvederà all’installazione sul territorio comunale di centraline di monitoraggio dell’inquinamento ambientale che forniranno informazioni dettagliate per area.

 

  • Riposizionamento e riparazione delle fontane comunali.

 

  • Fornitura alle attività commerciali di contenitori di idoneità igienica per la raccolta dei rifiuti nel rispetto dell’impatto visivo ed ambientale, al fine di evitare qualsiasi dispersione del contenuto.

 

  • Realizzazione di un piano di mobilità sostenibile all’interno del comune: più bici nelle zone che lo permettono, più collegamenti pubblici tra le zone interne della città con una particolare attenzione verso Loconia.

 

  • Realizzazione del piano di sicurezza per la Contrada Tufarelle con monitoraggio delle discariche presenti e divieto di istituirne delle nuove.

  • Realizzazione di “Giardini d’ingresso”: abbellire le zone d’entrata del centro cittadino con la piantumazione di verde autoctono e pulizia ordinaria, anche sovvenzionate e gestite da privati o associazioni, evitando che diventino discariche abusive a cielo aperto.

  • Creazione un sistema di conferimento di rifiuti al servizio di raccolta da parte di persone o soggetti non residenti e non titolari di utenza cittadina (ad esempio turisti).

  • Affidamento della cura di aiuole e aree verdi a privati che, in cambio della disponibilità alla valorizzazione di aree comuni, potranno installare elementi pubblicitari.

bottom of page